sabato, 22 Marzo 2014 / Published in Senza categoria

web_3-0Avete sicuramente sentito dire, nell’arco di questi ultimi anni, delle espressioni come “il Web sta cambiando”, “entriamo nel mondo 3.0” o “dobbiamo essere 3.0!”. Da Formart, abbiamo addirittura un corso di Web Marketing Management 3.0. Ma cosa vuol dire esattamente? A cosa si riferisce questo famoso 3.0? Quando si cerca su Internet, ci si accorge che ci sono tante informazioni, ma che non esiste nessuna definizione precisa… Per fortuna, anche noi ci siamo fatti la stessa domanda e proveremo ora a chiarire questo concetto.

Tuttavia, prima di andare avanti, bisogna rifarsi alle versioni precedenti.

Dal Web 1.0 al Web 3.0

Quando furono creati il World Wide Web ed i primi siti Internet, i contenuti erano pubblicati in maniera statica. Ad esempio, immaginate un foglio Word con immagini e testo inseriti direttamente sul Web. L’utente arrivava sulla pagina, leggeva il contenuto e chiudeva senza nessun’interazione. Questo era il Web 1.0.

Grazie alla ricerca e all’evoluzione rapida delle tecnologie, siamo passati in un batter d’occhio al Web 2.0 o più esattamente, al Web collaborativo, quello in che viviamo ancora oggi. In parole più semplici, il 2.0 designa la relazione, la comunicazione e l’interazione tra gli utenti del Web, favorite dai social network di tutti i tipi, dai blog o ancora dai forum o chat.

Per quanto riguarda il Web 3.0, non sarà altro che un’evoluzione del suo predecessore.

Il Web 3.0 e le sue caratteristiche

Da quello che si dice e si osserva, possiamo pensare che ci avviciniamo ad uno scenario nel quale tutte le informazioni verranno agglomerate in un unico database, connesse tra di loro e dove la navigazione e l’orientamento saranno resi più facili grazie a nuove tecnologie e nuovi algoritmi. Le interazioni non si faranno più tra esseri umani, ma da macchina a macchina. La Rete sarà capace di relazionare frasi e contenuti. Di conseguenza, potremo parlare con cognizione di causa di intelligenza artificiale ed affermare, semplicemente, che stiamo creando e dando un “cervello ad Internet”.

Infine, con lo sviluppo del 3.0, il Web diventerà “3D”. Ciò significa che la rete non sarà più fatta solamente di pagine, ma piuttosto di veri spazi in cui ci potremo “muovere” per trovare più facilmente quello che cerchiamo.

Al giorno d’oggi, il mondo dei TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) sta cambiando velocemente ed è facile rimanere indietro se non si seguono con attenzione le sue evoluzioni. La comunicazione di domani sarà sempre più digitale, forse troppo robotica per alcuni, ma positiva per altri. Comunque vada, il nostro futuro comunicativo sarà nelle mani di questo mostro informatico intoccabile…E voi, che ne pensate?

Comments

comments

Tagged under: , ,

Lascia un commento

TOP